Auanasgaps…

15 11 2006

Scrivendo il post precedente mi sono ricordato di altre esperienze di lancio, e in particolare di collaborazione con consulenti che amavano utilizzare terminologia inglese applicata all’italiano.
Il risultato era divertente.
Una frase poteva essere piu’ o meno cosi’: “Tra una settimana dobbiamo deliverare una presentazione, e mostrare al CEO le assunzioni (non e’ assunzione di personale, ma “ipotesi” dall’inglese assumptions) che abbiamo budgettato. Qui ci vuole uno skillato che coveri tutti i temi.”

Un piacevole libro su questo modo di parlare e’ “Consigli a un giovane manager” di Roberto Vacca. Lui lo chiama “itanghliano”.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: