A casa gli stranieri?

6 05 2007

Qualche giorno fa e’ morta assurdamente una ragazza a Roma, colpita con un ombrello da una romena con cui aveva avuto un diverbio. Al funerale, contestati i politici che non controllano l’immigrazione e anatemi contro gli stranieri. In qualche modo comprensibile, sulla rabbia e l’emozione del momento. “Vergogna”, dicevano.
Ieri un cittadino italiano, con una pistola illegalmente detenuta, e’ andato a casa di un polacco regolare contribuente alla pari di ogni cittadino italiano, e per un diverbio da bar gli ha ammazzato la figlia di 5 anni.
Glielo ha perfino giurato “Vengo a casa ad ammazzarti”, con chiaro intento omicida.
Malgrado cio’ i mezzi di comunicazione definiscono l’omicidio “accidentale” (uno entra in una casa, spara e uccide accidentalmente???).
Vergogna, dico io.
Ora quest’uomo tornera in Polonia, povero come prima e con una figlia in meno.
Chi parlera’ al suo funerale? E cosa dira’ degli italiani? Si potra’ biasimarlo se serbera’ rancore?
La follia e la delinquenza non hanno nazionalita’.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: